Why Calenzano

  • Calenzano Alto
  • Eremo di Sant’Anna Vecchia
  • Villa Ginori
  • Rocca degli Strozzi
  • Parco del Neto
Per continuare i miei post sui dintorni di casa mia, ovvero Campi Bisenzio, oggi vi parlo di Calenzano :)
Reading Time: 3 minutes

Calenzano è una cittadina toscana, piccolina, sempre vicino a Firenze e Campi Bisenzio, dove abito io, formata da una parte antica e una moderna, decisamente tutta da scoprire.

Calenzano è raggiungibile in auto dall’autostrada A1 e in autobus da Firenze, Prato, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Barberino di Mugello. Si trovano anche due stazioni ferroviarie (Calenzano e Pratignone) dove fermano treni interregionali e regionali.

Il suo territorio è, diciamo, montuoso, e si sviluppa tra i Monti della Calvana e il Monte Morello, di cui vi ho già parlato nel posto “Sesto Fiorentino”.

È attraversata dal torrente Marina, affluente dell’Arno, che passa anche per Campi Bisenzio, da cui prende nome la zona della Val Marina.

A Calenzano sono molte le cose da vedere, tra ville e chiese di interesse storico-artistico.

La principale attrazione è Calenzano Alto, parte vecchia, il borgo medievale e centro storico di Calenzano, ancora oggi racchiuso dalle sue mura, ben mantenute. Domina il bellissimo Castello di Calenzano, che risale alla fine del 110 per volere dei Conti Guidi di Modigliana.

Post Creator

Click on the button to load the content from booking.

Load content

La Chiesa di San Niccolò è ubicata nell’omonima piazza in zona Castello, e domina tutta la Valle della Marina. Fu cuore della vita cittadina.

Post Creator

Altre chiese o luoghi di culto da visitare sono:

La Pieve di San Donato entrò fu frequentata da Giovanni de Medici, figlio di Lorenzo il Magnifico, prima che divenisse Papa col nome di Leone X.

L’Eremo di Sant’Anna Vecchia fondato nel 1217 ed fu così denominata da quando Brunetto de’ Rossi lo abbandona per edificare a valle il nuovo monastero di Sant’Anna in Giolica.

La Pieve di Santa Maria fondata prima del Mille. In principio la sua facciata era  orientata a monte, ma quando fu restaurata ne fu capovolto l’orientamento. Al suo interno conserva un “Sant’Antonio abate” della bottega di Ridolfo del Ghirlandaio.

Mentre riguardo le ville, una bellissima è la Villa Peragallo, situata in posizione panoramica, nella zona più alta del centro storico di Calenzano, con una grotta artificiale, scuderie, e torrini, che si dispongono su terrazzamenti del bellissimo parco.


…E anche Villa Ginori si trova in posizione panoramica sulla sommità dell’omonimo colle sul quale si distende un bosco di querce e pini. Qui ci sono bellissimi sentieri da percorrere.

Post Creator

Per ultimo, ma non perché meno interessante, è il Parco del Neto, a Settimello, è un grande spazio verde dove sono conservate diverse specie arboree come tigli, platani e ippocastani e alcuni bellissimi stagnetti con oche e papere.

Post Creator

Per i giovani, Calenzano è molto carina, vivace, piena di louge pub, bar e ristoranti. I divertimenti non mancano! Inoltre è anche una città ben istruita, infatti è presente il corso di laurea di Disegno Industriale dell’Università di Firenze, dove le lezioni si svolgono in una moderna struttura denominata Design Campus, dotato anche di una bellissima biblioteca, aperta dal 2015, denominata “Civica”. Per agevolare gli studenti fuori sede è stata costruita la “casa dello studente”, intitolata a Margherita Hack. Dotata di una sala polivalente, di un anfiteatro all’aperto usati per convegni, spettacoli, proiezioni e concerti, e di moderni strumenti informatici multimediali, sta diventando di fatto, insieme al Teatro Manzoni, uno dei più rilevanti centri di diffusione culturale della zona.
Ma perchè proprio disegno industriale? Perchè a Calenzano è presente il Museo del Design Industriale, costituito nel 2005 e possiede circa cento opere notevoli per il loro design, dagli anni sessanta ad oggi.

Fine 🙂

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...


Post Author: Alessiacrd95 |

Hello everyone! I'm Alessia from Florence! Passionate about travel and photography. In love with Italian beauties, from the sea to the mountains, but I don't miss trips abroad. Let's travel together!

Leave a Reply

We are glad you have chosen to leave a comment. Your email address will not be published. Required fields are marked with *. Please keep in mind that comments are moderated according to our comment policy. Register here to publish your comments instantly.