Why Signa

  • Castello di Signa
  • Parco dei Renai
  • Museo della Paglia e dell’intreccio
  • Villa Caruso di Bellosguardo
  • Ottimo cibo
Un’altra piccola perla della Piana Fiorentina è Signa, ricca di storia, arte e cultura :)
Reading Time: 4 minutes

Signa, anch’essa poco lontano da Firenze e da Campi Bisenzio, è un’altra piccola perla della Piana! 💎

Facile te raggiungibile grazie alla superstrada FI.PI.LI, Firenze – Pisa – Livorno, che collega i tre capoluoghi; oppure percorrendo l’A1; in autobus, sia con l’ATAF che con la Cap; e in Treno, infatti è dotata di una stazione ferroviaria (in pratica solo Campi Bisenzio non ce l’ha ☹️).

La storia di Signa è legata alla corrente del fiume Arno, principale fiume fiorentino, su cui la città sorge. Il ponte sul corso del fiume, eretto nel 1120, è stato a lungo l’unica via che collegava Firenze e Pisa.

Ma il fiume funge anche nutrimento. Infatti, grazie alle fertili rive dell’Arno, la popolazione ha potuto implementare la coltivazione del grano da paglia. Dal Settecento, infatti, la città iniziò a raccogliere questo frutto della terra, si è visto presto trasformato nella preziosa materia prima per cappelli 👒. L’arte dell’intreccio crebbe, tanto che pare che persino il Granduca Cosimo I commissionò dei cappelli di paglia per alcuni sovrani europei.

Questo è un percorso molto interessante di Signa: la coltivazione e lavorazione del grano, trasformato in cappelli di paglia, le ha permesso di assumersi una proprio identità, staccata da quella Fiorentina. Se volete conoscere meglio questo percorso e questo tratto della sua storia vi consiglio di visitare il Museo della Paglia e dell’intreccio, con una appassionante raccolta di cappelli e un percorso dedicato agli attrezzi e ai macchinari per la lavorazione.

Click on the button to load the content from booking.

Load content

Nei miei post consiglio sempre di visitare questi paesini in periodi primaverili, sia per godervi a pieno le splendide giornate di sole, senza dover portarvi il peso dell’obrello, sia per non essere arrostiti dal caldo torrido estivo della Piana.

Non a caso, verso maggio, viene sempre riaperto il bellissimo Parco dei Renai, utile per chi vuole assaporare la quiete e la pace: si tratta di un’area protetta dal WWF che offre un lago in cui ammirare la natura specchiata o fare un bel bagno rinfrescante. Ma non solo! È dotato anche di un bellissimo lago artificiale, facilmente accessibile e ben attrazzato con tanto di spiaggetta, dotata di un bar, ombrelloni e sdraio! 🏖 Per chi invece preferisse, c’è una anche grande piscina 🏊🏼, sempre all’interno del parco, con spogliatoi, un bar, un ristorante, molto carino anche per organizzare eventi o feste di compleanno! Infatti la piscina è anche aperta in notturna! Mentre per gli spiriti inquieti e attivi ci sono anche sentieri per il trekking, la bicicletta o il cavallo, e opportunità di sport acquatici e non. Tra l’altro, dai Renai, sono facilmente raggiungibili le Cascine, l’altra distesa di terra proprio a due passi da Firenze (tempo di percorrenza 50min a passo d’uomo).

Post Creator

Signa è inoltre colma di proposte artistiche e culturali, con edifici storici che ci raccontano il suo passato. Da vedere è indubbiamente il Castello 🏰, nella parte alta del paese. Così come le chiese, come per esempio la Chiesa di San Giovanni, che accoglie le spoglie della Beata Giovanna, veneratissima in tutto il paese e le cui storie sono illustrate qui in degli affreschi; e anche la pieve di San Lorenzo, che conserva affreschi del Maestro di Signa e Pietro Nelli, oltre alle spoglie della Beata.

Post Creator


Ritornando al Castello, questo era il cuore dell’intero paese, dove venivano organizzate varie attività commerciali e artigianali e che conteneva al suo interno molto abitazioni. Oggi vi sono solo i testi di queste mura, porte e portoni e torri, ma percorrerle è veramente una bellezza per gli occhi e il cuore. Qui il tempo sembra essersi fermato: è così  affascinante il percorso per le strette vie del Castello, iniziando da via Dante Alighieri, per attraversare le tortuose stradine all’interno delle mura, per poi scendere da via dell’Orologio e da qui continuare il suo viaggio alla scoperta dei tesori artistici di Signa.

Nelle vicinanze si trovano Ponte a Signa e Lastra a Signa, chiamiamole “la periferia” si Signa. Alla Lastra vi consiglio una visitata ad una bellissima Villa, la Villa Caruso di Bellosguardo 🏯, immersa in un grande parco che segue lo stile della Villa. Oggi attualmente chiusa causa covid, qui vengono celebrati solitamente matrimoni, organizzati concerti ed eventi, e vi si trova anche il Museo Enrico Caruso, il primo museo italiano dedicato al grande tenore napoletano.

Post Creator

Ovviamente neanche qui mancano ottimi ristoranti di carne o di pesce, in fondo vi trovate sempre nella piana Fiorentina 😋

No votes yet.
Please wait...


Post Author: Alessiacrd95 |

Hello everyone! I'm Alessia from Florence! Passionate about travel and photography. In love with Italian beauties, from the sea to the mountains, but I don't miss trips abroad. Let's travel together!

Leave a Reply

We are glad you have chosen to leave a comment. Your email address will not be published. Required fields are marked with *. Please keep in mind that comments are moderated according to our comment policy. Register here to publish your comments instantly.