Why Doha

  • Temperature sempre calde
  • Musei gratuiti o comunque economici
  • Solo 5 ore di volo diretto dall’Italia
  • Città sicura
  • Architettura d’avanguardia
Doha: between innovation and tradition. You can find summer all year long, museum for free, avant-garde architecture and a safe city just only with a 5 hours flight from Italy.
Reading Time: 5 minutes

Sono sempre stata attratta da queste città che ti portano dritte verso il futuro e Doha, nonostante sia in continua costruzione, ha soddisfatto tutte le mie aspettative.

Una città cantiere che si sta preparando al meglio per i Mondiali di Calcio FIFA del 2022 che per la prima volta si svolgeranno a dicembre.

Scelta più che azzeccata: in Qatar splende sempre il sole e giocare in piena estate non sarebbe il massimo.

A gennaio la temperatura era ottima: di giorno c’era caldo e si poteva anche prendere il sole in spiaggia, mentre la sera una giacchetta era meglio averla. Essendo zona desertica le escursioni termiche si sentono molto.

Ho soggiornato una settimana presso il St. Regis, hotel dallo stile impeccabile con una piscina da far invidia a chiunque. Ma soprattutto in una zona in piena espansione. Infatti a due passi si trova il Cultural Village di Katara, un vero e proprio villaggio inaugurato nel 2010 dove si trovano spazi culturali, mostre d’arte, un vero e proprio anfiteatro che ospita fino a cinque mila persone, un planetario, bar e ristoranti e una spiaggia. Il tutto contornato da un enorme parco verde collinare dove si può passeggiare fra le tende beduine super chic.

The Katara amphitheater

Più a nord invece si trova una zona residenziale molto particolare: il The Pearl of Qatar. Un’isola artificiale tondeggiante dove la sera si può andare a mangiare qualcosa in uno dei tanti ristoranti presenti, ammirare gli yacht ancorati al porto o passeggiare davanti alle super lussuose vetrine dei negozi.

The Pearl seafront

Tornando verso sud si arriva a West Bay, la zona luminosa della città e il distretto finanziario di Doha. I suoi grattacieli non sono fra i più alti al mondo, ma sono sicuramente fra i più eleganti e proporzionati. Infatti mantengono tutti una certa altezza in modo da dare alla città uno skyline pulito (oltre al fatto che troppo alti potrebbero causare piccole difficoltà agli aerei che atterrano nel vicino aeroporto). Lungo la Corniche di Doha si ammira il bellissimo skyline e se vi capita di salire su una delle tipiche imbarcazioni presenti…beh fatelo: divertimento assicurato! I Dhow sono tipiche imbarcazioni di legno che ora, con musica a palla e luci da discoteca, vi accompagnano dall’altra parte della baia del lungomare della Corniche (se partite infatti dal MIA, vi allungheranno fino allo Sheraton facendovi risparmiare sette chilometri di passeggiata).

West Bay

Se siete in zona Corniche a sud della città ci sono tre cose che sono da non perdere: il MIA, il Museo Nazionale del Qatar e il caratteristico Souq Waqif. Il Museo di Arte Islamica è stato progettato da Ieoh Ming Pei, lo stesso architetto della piramide del Louvre. Se si guarda con attenzione la struttura, si può notare anche una certa somiglianza con le maschere che le donne del Qatar portano per coprire il volto.

MIA Museum

Il Museo Nazionale del Qatar purtroppo non sono riuscita a visitarlo in quanto sarebbe stato inaugurato dopo un paio di mesi. Ma solo a vederlo da fuori lascia a bocca aperta: un’enorme rosa del deserto custodisce ora la storia del Qatar dagli inizi fino al suo prossimo futuro.

Il Souq Waqif invece dal futuro ci riporta alla tradizione del paese. È stato bello perdersi fra le sue vie e toccare le stoffe bianche tipiche delle lunghe tuniche degli uomini qatarioti. All’interno del Souq troviamo anche il Falcon Souq, dove i falchi, animali tipici e molto costosi vengono venduti e curati. Infatti è presente un vero e proprio ospedale solo per i falchi dove i padroni attendono ansiosamente il loro rapace chiacchierando animatamente. Fateci un giretto dentro, c’è una stanza adibita a museo ma è interessante vedere il giro di “pazienti” che c’è anche in tarda serata e il via vai di veterinari pronti a curarli.

Souq Waqif and West Bay skyline

Un’altra zona che mi è piaciuta molto e che era ancora tutta in costruzione è Education City. Si deve prendere per forza un taxi (la metro di Doha nel 2019 era in costruzione) per raggiungere questa zona futuristica dove, oltre a una Moschea con un minareto altissimo e super moderno, potete fare un giro in una delle biblioteche più belle del mondo. Qui hanno base anche alcune università americane quindi passeggiare a Education City è come passeggiare in un campus universitario vero e proprio. Si respirava proprio aria giovane.

Qatar National Library

Ma il Qatar non è solo cultura e shopping esclusivi in Mall che ricordano la nostra bella Venezia con tanto di canale e gondole, o il Place Vendome che, una volta terminato, ci porterà direttamente a Parigi. Il Qatar è anche avventura nel deserto assicurata! Affidatevi a Discover Qatar e prenotate la vostra super avventura a sud della penisola del Qatar. Sarà veramente emozionante sgonfiare le gomme del super 4×4 e buttarsi giù dalle dune del deserto! Il panorama vi lascerà senza fiato soprattutto se ci andrete giusti giusti per ammirare il tramonto.

Il Qatar è tutto questo: emozioni, cultura, shopping, relax e mare. E tutto questo mix vi farà venir voglia di andarci e tornarci. A sole cinque ore dall’Italia con volo diretto, riuscirete a regalarvi quattro notti o più in questa città magica, pronta a cambiare ogni anno e a diventare sempre più bella e moderna.

Dune Adventure

Rating: 5.0/5. From 5 votes.
Please wait...


Post Author: SilviBlondiGoesTo

Travel Solo Lover (but sometimes I love to travel also with my friends). 21 country visited. I love photography and good food.

Leave a Reply

We are glad you have chosen to leave a comment. Your email adress will not be published. Required fields are marked with *. Please keep in mind that comments are moderated according to our comment policy. Register here to publish your comments instantly.